fbpx

Giardino Villa Sara si trova in una località storicamente conosciuta come “Canonigu Tola” (Canonico Tola), nel territorio di Donigala Fenughedu, sede dell’antico villaggio di Fenugheda scomparso nel 1600 a causa della peste.

Il toponimo della località e i documenti conservati presso l’Archivio di Stato di Oristano evidenziano l’antica presenza religiosa che in passato possedette e coltivò quelle terre fino all’incameramento dei beni della Chiesa da parte del Regio Demanio avvenuta nel 1866. Vi si coltivava prevalentemente l’olivo.

All’epoca, nel podere esisteva un piccolo edificio, composto da un unico vano.

La tenuta venne acquistata nel 1878 da Salvatore Carta, capostipite di una nota famiglia oristanese, il quale nel 1885 ampliò il fabbricato dandogli l’attuale consistenza volumetrica, governata e abbellita da proporzioni e semplici decorazioni neoclassiche. 

Fino agli anni 50 del 1900, in un locale del piano terra, avveniva la molitura delle olive secondo la tecnica tradizionale. 

Nel 1994, gli attuali proprietari, che avevano continuato fino a quel momento a praticare l’olivicoltura, diedero un’importante svolta produttiva, impiantando, attorno alla villa, un romantico agrumeto.

Il paesaggio aziendale è arricchito dalla presenza di ulteriori piante da frutto di ogni varietà tra cui, ad affiancare gli olivi pluricentenari che ancora producono olio, due antichi mirti di pregevole bellezza.

Nel 2011, venne intrapreso un rilevante percorso di recupero architettonico della villa e del verde, con finalità agrituristica e di fattoria didattico-sociale, che iniziò a realizzarsi grazie agli aiuti previsti dal Programma di Sviluppo Rurale 2013-2017 

I lavori, giunti a un buon stato di avanzamento, proseguiranno presto in una seconda fase.